Strakosha e l’esordio in campionato contro Buffon: un idolo già battuto

Strakosha

Di fronte al proprio idolo. Thomas Strakosha contro Gigi Buffon, che per lui è una leggenda. Curiosamente non si sono ancora mai affrontati in campionato. Nella passata stagione le due partite contro la Juventus le ha giocate Marchetti. Strakosha ha affrontato Buffon in finale di Coppa Italia e il 13 agosto scorso in Supercoppa. Da Buffon Thomas ha ricevuto i complimenti che lo hanno lasciato senza parole al termine di Italia-Albania del 24 marzo quando Strakosha ha esordito da titolare nella sua nazionale.

Lazio, ecco perché con la Juve si può vincere.

Nonostante l’affaticamento all’adduttore rimediato in nazionale, Strakosha ci sarà. Un po’ di riposo e già martedì pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, era in campo agli ordini del preparatore Grigioni per proiettarsi verso la gara di Torino. Un portiere d’acciaio: è lui l’unico biancoceleste a non aver saltato un minuto nelle dieci gare stagionali disputate tra campionato e Coppe.

Lazio, quante goleade con Inzaghi: qui per il servizio.

Pochi giorni dopo l’esordio in Serie A Strakosha venne invitato da suor Paola per far da cameriere a una cena di beneficenza per i terremotati del 24 agosto. Quella sera ricevette il primo vero abbraccio dei tifosi laziali. Anche perché lui a tavola non è solo attento, ma rigoroso: da quando, a 13 anni si è dedicato anima e corpo al calcio, sta attento a tutto quel che mangia. L’unica eccezione è la carbonara. Strakosha ha un metodo tutto suo per concentrarsi e caricarsi: i cartoni animati giapponesi. Una passione che ha suscitato qualche battuta tra i compagni di squadra, che però sul campo seguono le direttive da veterano con cui Strakosha governa la difesa. A Torino, cercherà di mantenere inviolata la porta della Lazio (è accaduto solo una volta negli ultimi 15 anni di A). Tra campionato ed Europa League non prende gol su azione dal 20 settembre (Mertens). Non vuole capitolare proprio di fronte al suo idolo.

Related posts

*

*

Top