Rugby. Un primo tempo di gran livello non basta ai biancocelesti

IMG_6158

di Stefano Boccia 

Roma- Il Petrarca Padova vince all’Acqua Acetosa per 36-6 il match valido per la prima giornata di ritorno del massimo campionato nazionale. Un primo tempo di gran livello non basta ai biancocelesti per arginare i ripetuti attacchi patavini della ripresa, che hanno portato la squadra di Marcato ad allungare nel finale con due mete allo scadere. Per la Lazio ancora una volta il rimpianto di un match giocato ad armi pari per più di un tempo con un avversario di grande livello, non concretizzato ancora una volta in punti pesanti.

“Complimenti al Petrarca per la vittoria di quest’oggi” ha dichiarato l’head coach Daniele Montella “Peccato non essere riusciti ad essere più concreti ed incisivi in alcune fasi di gioco, dove probabilmente avremo potuto segnare almeno una meta credendoci di più, sia nel primo che nel secondo tempo per le tante occasioni avute. Anche nel finale ci siamo forse lasciati andare incassando due mete che potevano essere evitate con maggiore attenzione. La sosta ci darà ora il tempo di rivedere quello che non è andato, ma soprattutto di ricaricare le batterie in vista di un girone di ritorno che deve concretizzare la crescita avuta fino ad oggi”.

LA CRONACA DEL MATCH: Un inizio importante dei biancocelesti portava il mediano d’apertura Ignacio Ceballos a centrare i pali in due occasioni dalla piazzola al 6’ e al 13’ , portando in vantaggio la Lazio 6-0. Alla fine del primo quarto era ancora la formazione laziale ad andare vicino alla segnatura, ma un passaggio in avanti a pochi passi dalla linea di meta vanificava l’offensiva degli uomini di coach Montella. Il sorpasso degli ospiti arrivava solo al 23’ , con la meta dell’ala Marco Capraro, che concretizzava una giocata sulla chiusa del mediano di mischia Enrico Francescato. Il successivo calcio di punizione allo scadere dell’estremo Nicolò Fadalti chiudeva la prima frazione sul 6-10 per il Petrarca. Nella ripresa erano i tutti neri a prendere le redini del gioco al rientro dagli spogliatoi, siglando una meta in apertura con una penetrazione del mediano d’apertura Andrea Menniti Ippolito. Sette minuti più tardi, ancora un’azione insistita portava alla meta del terza linea Luca Nostran sull’out di destra, portando definitivamente il Petrarca a distanza di sicurezza da una Lazio coraggiosa ma provata da un primo tempo di grande intensità fisica. Nonostante i numerosi tentativi dei biancocelesti di riaprire la partita, la solida difesa padovana non consentiva la segnatura alla formazione romana. Le due mete a fine partita al 78’ con Conforti e all’80’ inoltrato con Pavan, inchiodavano il match sul definitivo 6-36 che suona davvero troppo pesante per quello che si è visto oggi in campo.

Prossimo appuntamento per i biancocelesti dopo la sosta, il 20 gennaio nel match casalingo di coppa contro I Medicei.

Roma, CPO “Giulio Onesti” Acqua Acetosa- Sabato 6 gennaio 2017

Eccellenza- X giornata

S.S. Lazio Rugby 1927 v Petrarca Padova 6-36 (6-10)

Marcatori: p.t. 8’ cp Ceballos (3-0), 13’ cp Ceballos (6-0), 23’ m Capraro tr Fadalti (6-7), 40’ cp Fadalti (6-10) s.t. 48’ m. Menniti Ippolito tr Fadalti (6-17), 55’ m Nostran tr Fadalti (6-24), 79’ m Conforti (6-29), 80’ m. Belluco tr Fadalti (6-36)

S.S Lazio Rugby 1927: Antl; Lombardo, Di Giulio (60’ Giacometti), Guardiano; Santoro (48’ Bonavolontà F.); Ceballos, (48’ Bonavolontà D.) Giangrande (cap); Freytes; Ercolani (69’ Filippucci), Pagotto; Cicchinelli, Romagnoli; Forgini (45’ Marsella), Corcos (47’ Cugini), Amendola (47’ Di Roberto)

All. Montella

Petrarca Padova: Fadalti; Capraro (60’ Pavan), Benettin (44’ Belluco), Riera (6-8’ Belluco); Ragusi; Menniti Ippolito, Francescato (49’ Su’a); Trotta; Nostran, Conforti (68’-78’ Santamaria); Salvetti, Saccardo (64’ Bernini); Rossetto (34’ Vannozzi), Santamaria (66’ Marchetto) , Borean (49’ Acosta)

all. Marcato

arb. Vedovelli (Sondrio)

g.d.l. Angelucci (Livorno), Nobile (Frosinone)

Quarto uomo: Rosamilia (Roma)

Cartellini: Al 54’ giallo a Saccardo (Petrarca Padova) e Cugini (S.S. Lazio Rugby 1927). Al 67’ giallo a Marchetto (Petrarca Padova)

Calciatori: Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927) 2/2, Fadalti (Petrarca Padova) 5/6

Note: Cielo coperto, spettatori presenti 500 circa. Prima del fischio d’inizio osservato un minuto di silenzio per la scomparsa dell’ex presidente della Cnar Giulio Zanesco.

Man of the Match: Nicolò Fadalti (Petrarca Padova)

Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 0, Petrarca Padova 5

Fonte: SS Lazio Rugby

*

*

Top