Rugby. Esordio con sconfitta a Padova per il XV biancoceleste

IMG_5932

di Stefano Boccia 

La squadra di casa guidata da Andrea Marcato si è dimostrata, come da pronostico, compatta e preparata ad ambire a obiettivi importanti. Lazio che in più occasioni nella prima e seconda frazione ha provato a rendersi pericolosa con buone idee in fase offensiva, senza però riuscire a muovere il tabellino. La maggiore esperienza in campo e la grande organizzazione nelle fasi statiche hanno permesso ai patavini di portare a casa la partita.

Il presidente biancoceleste Alfredo Biagini ha dichiarato: “Abbiamo fatto un’ottima partita da un punto di vista difensivo, davanti ad un Petrarca molto forte sia nei primi quindici sia in coloro che sono subentrati. Sicuramente a causa delle tante assenze per gli infortuni c’è stato qualche errore di troppo che potevamo evitare e che ci avrebbe permesso di segnare qualche punto in più e subirne qualcuno in meno”.

La cronaca del match: Il Petrarca iniziava subito a fare sul serio, andando più volte vicino alla meta con i propri avanti. La prima marcatura dell’incontro di sponda patavina arrivava su una meta tecnica per superiorità in mischia al 14’ . I biancocelesti provavano a reagire con attacchi ripetuti sventati però dall’ottima difesa del Petrarca. Nel secondo quarto della prima frazione Lazio che non riesce ad accorciare nel punteggio, non trovando la via dei pali con il mediano d’apertura Ignacio Ceballos su due calci di punizione. Il Petrarca invece si dimostrava ancora squadra pronta a sfruttare gli errori dell’avversario, riuscendo a centrare i pali al 32’con Menniti Ippolito chiudendo così il tempo sul 10-0. Nella seconda frazione era ancora il XV guidato da Andrea Marcato a trovare la meta dopo una serie di percussioni nei 22 biancocelesti, questa volta andando oltre la linea con Capraro bravo a sfondare la difesa biancoceleste su un’apertura al largo. La maggiore organizzazione in mischia permetteva nuovamente al Padova di trovare la terza marcatura, con una rolling maul avanzante da rimessa laterale. Nell’ultimo quarto di gioco la Lazio si faceva nuovamente avanti andando vicino alla segnatura che avrebbe permesso di muovere il tabellino, fermandosi però in più occasioni a pochi centimetri dalla segnatura. Il triplice fischio dell’ottimo arbitro irlandese Joy Neville chiudeva così il match sul 22-0 per i padroni di casa, sicuramente più solidi quest’oggi di una Lazio che ha però mostrato una buona difesa e una verve in attacco che lasciano ben sperare.

Padova, Stadio “Memo Geremia” – sabato 23 settembre
Eccellenza, I giornata
PETRARCA PADOVA v S.S. LAZIO RUGBY 1927 22-0 (10-0)

Marcatori: p.t. 14’ meta tecnica Petrarca tr. (7-0); 33’ cp. Menniti-Ippolito (10-0); s.t. 9’ m. Capraro (15-0); 29’ st m. Marchetto tr. Menniti-Ippolito (22-0)

Petrarca Padova: Menniti-Ippolito; Fadalti, Capraro (24’ st Bettin, 39’ st Capraro), Benettin, Pavan (16’ st Navarra); Rizzi, Francescato (11’ st Cortellazzo); Bernini (24’ st Morona), Nostran, Conforti; Saccardo, Cannone (16’ st Gerosa); Vannozzi (7’ s.t. Acosta), Santamaria (24’ st Marchetto), Scarsini (7’ st Rossetto).
All. Marcato

S.S. Lazio Rugby 1927: Antl (11’ st Castellini); Lombardo (24’ st Santoro), Di Giulio (25’ pt Vella), Guardiano, Bonavolontà F.; Ceballos, Bonavolontà D.; Romagnoli, Filippucci (cap), Ercolani (11’ st Marsella); Cicchinelli, Grassi; Amendola, Cugini, Di Roberto (11’ st Gloriani).
A disposizione: Corcos, Valente, Giangrande.
All. Montella

arb.: Neville (Irlanda)
AA1 Bolzonella (Cuneo), AA2 Bertelli (Brescia)
Quarto Uomo: Giacomini (Treviso)
Cartellini: 39’ p.t. giallo a Ercolani (Lazio Rugby 1927); 28’ s.t. giallo a Cicchinelli (Lazio Rugby 1927)
Calciatori: Menniti-Ippolito 2/3; Ceballos 0/1
Note: giornata calda, campo in buone condizioni. 1100 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Petrarca Padova 4; S.S. Lazio Rugby 1927 0;
Man of the Match: Rizzi (Petrarca Padova).

Fonte: SS Lazio Rugby  Photo: Ettore Griffoni

*

*

Top