Ragazze riaprite le ali, serve appartenenza e orgoglio

image

di Stefano Boccia

Arrivano due sconfitte pesanti per la SS Lazio Pallacanestro 1932 nel campionato di serie C femminile. La compagine biancoceleste cede di misura allo Smit, 60-63, e al Phampili, 50-55.
La squadra mostra continui cali di tensione, sicuramente non imputabili al bravo coach Penna.
Gli acquisti a stagione in corso non hanno fatto fare il salto di qualità al team e forse la prematura fascia di capitano a una giocatrice così giovane, non ha giovato all’ambiente.
Serve più cuore, più ardore e più convinzione per una squadra che a inizio stagione prometteva un’annata diversa.
Ragazze riaprite le ali, cercate dentro di voi quello spirito di lazialita’, che da sempre contraddistingue una sezione così importante nella nostra grande famiglia biancoceleste, orgoglio per la maglia indossata e spirito di sacrificio.

Nella prima gara giocata sul legno di Riano , partenza a handicap come di solito capita in questa stagione. La squadra avversaria imponeva il proprio ritmo, le aquilotte sembravano allo stremo. Pronta la reazione invece delle ragazze di coach Penna che riuscivano a rientrare fino al meno 2 ma nel finale le idee annebbiate non permettevano il colpo di coda per rovesciare il punteggio.
Altra sconfitta sul campo del Phamphili, la vigoria e l’intensità delle avversarie mettevano in crisi la Lazio che trovava grosse difficoltà. Pronta la grande reazione delle ragazze biancocelesti che rimontavano anche 14 lunghezze di svantaggio. Anche qui qualche scelta sbagliata nel finale non permetteva di vincere la partita, si arrivava fino al meno 2 e palla in mano ma il grande sforzo per recuperare non permetteva di avere le idee lucide.

Coach Mauro Penna: “Paghiamo come al solito la mancanza di condizione che non abbiamo, se le partite cominciassero dal quinto minuto in poi saremmo in testa alla classifica, parafrasando citazioni della rete. E’ un problema peccato, siamo fuori dalla corsa ai primi posti ma onoreremo il torneo fino alla fine , per cui chi giocherà contro di noi ci troverà alquanto agguerriti e incazzati”.

SS Lazio – Smit Roma 60 – 63

SS Lazio : DELL’ ARMI L. 15, DELL’ARMI C. 4, FIORENTINI 5, GROTTA 3, CECCONATO 9, BIONDI 5, VIGNALI 14, LA RICCIA 3, GRANCINI 1, AMICI 1, FERLITO.

Phamphili – SS Lazio 55 – 50

SS Lazio : DELL’ ARMI L. 10, DELL’ARMI C. 10, FIORENTINI 2, GROTTA 3, BIONDI 7, VIGNALI 12, LA RICCIA 3, GRANCINI 2, AMICI , FERLITO 1.

Fonte: SS Lazio Pallacanestro 1932

*

*

Top