Pugilato. Tricolore in casa Lazio per Daniel Spada

img_3712

di Stefano Boccia

60 match sono serviti per decretare i 10 vincitori dell’edizione 2016 dei Campionati Italiani Youth di Pugilato, svoltisi al Palamaggetti di Roseto degli Abruzzi dal 17 al 19 novembre.

Sul gradino più alto del podio nei 56 Kg Daniel Spada della Lazio Pugilato che ha sconfitto, per 3-0, il Campano Antonio Mennillo della Pugilistica Matesina.

È il terzo titolo italiano del 2016 ottenuto dalla scuola pugilistica biancoceleste, guidata  da Alessandro Elmoeti, Sandro Casamonica, Sante Spada, Umberto Mazza, Mimmo Condello. Maestri di questo sport, conosciuto a partire dall’XVIII secolo, anche come “la nobile arte”, richiedendo ai suoi praticanti caratteristiche come coraggio, forza, intelligenza e velocità. Tutte qualità presenti negli atleti con l’aquila sul petto.

Giornata conclusiva che ha visto anche la presenza del Presidente FPI, Alberto Brasca, che ha assistito ai match insieme al Presidente della Delegazione FPI Umbria Nazzareno Mela ed al Consigliere Federale Giancarlo Ottavio Ranno.

Gli altri risultati:

Nei 49 Kg si è messo l’oro al collo il veneto Alessandro Adami (Pug. Vita), capaci di imporsi per 3-0 sul campano Nicola Caparco (Tifata Boxe Perugino).

Il Primo posto nei 52 Kg se lo è preso il veronese Stefano Quinto (Vr Boxing Fighters, che ha superato 3-0 il toscano Gianluca Cimmino (Fight Gym Grosseto).

La medaglia più pregiata nei 60 Kg se la sono giocata Gasparri (Coasmo Boxe) e Di Rocco (Valle Umbra Nord), a coqnuistarla è stato il boxer laziale (Gasparri) impostosi per 3-0.

Amedeo Sauli (Sauli Boxe) ha fatto suo il titolo 64 Kg, battendo 3-0 il piemontese Davide Rizzieri (Boxe Grugliasco).

Il Catanese Buremi (Catania Ring) è il nuovo Campione Italiano Youth nei 69 Kg, in virtù del 3-0 ai danni del campano Aiello (GS Fiamme Oro).

Il Piemontese Etinosa (Skull Canavesana) e il toscano Balli (BC Calenzano) hanno incrociato i guantoni per l’oro dei 75 Kg, a portarselo a casa è stato il primo. 3-0 il risultato finale a favore di Etinosa.

Il Lombardo Marcandelli (Segrate Boxe) ha vinto il titolo degli 81 kg, sconfiggendo nella finalissima di categoria il campano Cangiano (Golden Boys) per 3-0.

Categoria dei Massimi (91 Kg) nei quali si è laureato Campione Italiano Youth il piemontese Pugliara (All Boxing team), che ha battuto il siciliano Schiavone (Pol. Melluzzo Totip). Il lombardo Martino (Boxe rally Auto) si è issato sul gradino più alto del podio dei +91 Kg, in virtù del successo nella finale (3-0) nella quale ha boxato con il pugliese palumbo (Unicor Boxe).

Fonte: FPI

*

*

Top