Pallanuoto. Pareggio allo scadere in casa dell’Acquachiara

IMG_5029

di Stefano Boccia

Il match della 23ª giornata tra Acquachiara e Lazio Nuoto, nella piscina Scandone di Napoli, si è chiuso 8-8.

Il pari è stato l’esatta sintesi tra un’occasione sciupata e un punto guadagnato soprattutto nel finale. Nella seconda metà della partita, infatti, i biancocelesti hanno sciupato tre gol di vantaggio (4-7), hanno subìto la rimonta dell’Acquachiara evitatando il ko soltanto grazie ad un gol di Leporale a diciassette secondi dalla fine (8-8). Nonostante sia stato agguantato in extremis, il pareggio ha lasciato un po’ di amaro in bocca. I ragazzi di Tafuro hanno controllato l’incontro per tre periodi, ma poi non sono riusciti a contrastare la reazione napoletana, salvo trovare il guizzo con Leporale all’ultimo respiro. I biancocelesti salgono così a quota 20 in classifica e nelle ultime tre partite tenteranno l’impresa di evitare i playout. La strada sarà dura ma tutto è ancora da decidere.

Il prossimo impegno sarà il 22 aprile, in casa contro Trieste, con fischio d’inizio al Foro Italico alle 15.

La partita è stata equilibrata fin dall’inizio e il primo periodo si è chiuso 1-1 con i gol di Krapic e Maddaluno. Nel secondo tempo la Lazio è sembrata poter prendere il largo: a segno Leporale, Cannella, Giorgi e Di Rocco. Per i napoletani Lanzoni e Tozzi (3-5). Nel terzo periodo l’Acquachiara ha risposto ai gol biancocelesti di Cannella e Leporale con Krapic e Lanzoni, poi tra la fine del terzo e l’inizio dell’ultimo tempo i padroni di casa hanno trovato il pari grazie alle reti di Krapic e Del Basso (7-7). Negli ultimi minuti è successo di tutto: Robinson ha illuso l’Acquachiara, Leporale ha evitato la beffa pareggiando a diciassette secondi dalla fine (8-8).

Il tecnico della Lazio Nuoto, Massimo Tafuro: “Peccato, poteva andare meglio. Con una vittoria avremmo avuto diverse possibilità per tentare di salvarci direttamente. Con questo pari si fa tutto più complicato. Nelle ultime tre giornate può accadere veramente di tutto. Ci sono tanti scontri diretti, noi dovremmo innanzitutto vincere dopo la sosta con Trieste. Per quanto riguarda la partita di oggi ci è mancato il cinismo. In vantaggio di tre gol non abbiamo saputo gestire il risultato. Abbiamo sprecato troppo con l’uomo in più, mentre loro hanno avuto una buona media in superiorità. Abbiamo permesso all’Acquachiara di rientrare in partita e alla fine abbiamo rischiato anche di perdere. Ci teniamo il punto, ma rimane il rammarico per una grande occasione sprecata”.

CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA-SS LAZIO NUOTO 8-8

CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA: Lamoglia, Del Basso 1, Tozzi 1, Steardo, Sanges, Robinson 1, Barroso, Cupic, Lapenna, Krapic 3, Confuorto, Lanzoni 2, Cicatiello. All. Porzio

SS LAZIO NUOTO: Correggia, Tulli, Colosimo, Ambrosini, Vitale, Di Rocco 1, Giorgi 1, Cannella 2, Leporale 3, De Vena, Maddaluno 1, Mele, Garofalo. All. Tafuro

Arbitri: L. Bianco e Colombo
Parziali 1-1, 2-4, 3-2, 2-1
Note: usciti per limite di falli Steardo (A) e Cannella (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Acquachiara 5/9, Lazio 2/7. Spettatori 150 circa.

*

*

Top