Pallanuoto. Esordio in Nazionale con goal per il nostro Giacomo Cannella

IMG_4828

di Stefano Boccia

Nella bolgia della piscina olimpica di Palermo, in sold out da giorni e con più di 1200 spettatori in tribuna arrivati da tutta la Sicilia, l’Italia ha battuto la Russia per 12-9 (2-2, 2-2, 4-1, 4-4) e si è qualificata al primo posto del girone C europeo.

Il successo del Settebello è stato il coronamento di una meravigliosa festa dello sport, il cittì Campagna ha messo in acqua 10/13 del gruppo che ha conquistato il bronzo olimpico più Renzuto Iodice, Cannella e Nicosia; in tribuna Vincenzo Dolce, Tommaso Busilacchi e Jacopo Alesiani.

Nel terzo parziale, tutto di marca azzurra, ha esordito il nostro giovane bomber Giacomo Cannella che ha sfruttato la superiorità numerica ed ha trasformato, portando il Settebello in vantaggio per 6 a 4.

Nell’ultimo tempo le calottina del CT Campagna, hanno risposto colpo su colpo alla reazione russa, chiudendo il match 12-9 e centrando il primo posto in classifica con relativa qualificazione alla Superfinale di Mosca del 20 al 25 giugno.

Italia-Russia 12-9

Italia: Del Lungo, Francesco Di Fulvio 3, Niccolò Gitto, Figlioli 1, Fondelli, Velotto 2, Renzuto Iodice 2, Gallo 1, Nicholas Presciutti, Bodegas, Aicardi 2, Cannella 1, Nicosia. Coach Campagna.

Russia: Antonov, Lazarev 1, Suchkov, Dereviankin, Bugaychuk, Ashaev 1, Merkulov 4, Nagaev, Kharkov, Kholod, Lisunov 3, Shepelev, Ivanov. Coach Evstigneev.

Arbitri: Peris (Cro) e Dervieux (Fra).
Note: parziali 2-2, 2-2, 4-1, 4-4. Uscito per limite di falli Bugaychuk (R) a 5’42 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 6/12, Russia 2/5. In porta Ivanov (13). Delegato Lonzi (Ita).

Spettatori 1200 circa. In tribuna, tra le molteplici personalità presenti, il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del CONI Sicilia Sergio D’Antoni.

pronte: FIN

*

*

Top