“Nel 1900 si seminò il verbo, 117 anni dopo che raccolto prodigioso”, Tanti auguri al Presidente Buccioni

1457630_1375466096033827_81524837_n

Sessanta anni tra i colori biancocelesti. Antonio Buccioni è l’uomo della Polisportiva laziale. Nella sua casa museo tanti i cimeli, dal primo tesserino di Piola a quello di Fausto Coppi. “Il 9 gennaio 1900 nove ragazzi seminarono il verbo dopo 117 anni c’è un raccolto prodigioso” dice al Corriere dello Sport. “Guido una Polisportiva composta da 10 mila ragazzi e oltre 1,5 milioni di tifosi, ma forse questa grande famiglia avrebbe bisogno di una persona più importante a livello politico ed economico. Progetti futuri? C’è in cantiere l’idea di creare una sede simbolica per tutte le discipline”. In progetto anche un Museo, ma per quello servirebbe un’apertura socio-culturale, perché non rappresenterebbe solo la storia della Lazio, ma di tutta la città e della regione. Un altro sogno sarebbe uno scudetto per la pallanuoto: “Io sono nato nel ’57 e un anno prima la Lazio vinse il suo ultimo campionato“. Un ultimo augurio quello di vincere ogni anno almeno 70 scudetti all’anno, tanti quante sono le sezioni biancocelesti che ogni giorno indossano quei colori. La Polisportiva fa gli auguri al suo Presidente, il numero uno della famiglia più grande d’Europa.

*

*

Top