L’avversario / Juric e Palladino in coro: “Ci abbiamo messo il cuore”, Pandev: “Ce l’ho con la dirigenza laziale”

juric genoa

Al termine della partita ai microfoni di Mediaset Premium è intervenuto il tecnico genoano Juric, tornato sulla panchina rossoblu dopo l’esonero di Mandorlini. “Penso che abbiamo fatto un’ottima partita con una squadra di valore. I ragazzi sono stati bravi e coraggiosi. L’ultima palla gol sembrava già dentro, ma il pareggio è giusto. Siamo tornati a lavorare normalmente, non c’è bisogno di lavorare sulla testa. Ho visto i ragazzi molto concentrati e oggi hanno dimostrato che possono fare bene. Queste 6 partite sono delle finali, i calciatori devono lavare un’immagine bruttissima e dimostrare che sono giocatori di calcio. L’atteggiamento deve essere questo. Sul recupero ci hanno detto che i 7 minuti sono stati decisi per la mancanza di palloni. Sono stanco ma contento, stare fuori e guardare è una sensazione bruttissima. Fare una partita del genere contro una grandissima è una soddisfazione. L’ultima mezz’ora sembrava di essere tornati al passato, il pubblico partecipava e abbiamo 6 partite per cambiare il corso della stagione”.

Subito dopo è stata la volta anche di Raffaele Palladino, decisivo nell’assist del gol di Simeone che ha sbloccato la gara. “Era il nostro obiettivo entusiasmare i tifosi. Questo pubblico merita queste prestazioni, abbiamo dato il cuore oggi. Da qui alla fine saranno tutte finali per noi, meritiamo delle belle soddisfazioni. Con il mister c’è un ottimo rapporto, i primi sei mesi ha fatto un ottimo lavoro. Giocava un buon calcio il Genoa con lui ha vinto anche match importanti. Adesso abbiamo ripreso il nostro cammino che dev’essere così fino alla fine. Pandev? Sono davvero felice per il gol, merita queste soddisfazioni”.

Poi in zona mista chiude le danze Pandev. “Sono felice per il gol ma soprattutto per la partita. É finalmente tornato il Genoa di tre mesi fa, sono felice che sia tornato Juric. La Lazio? Mi porta bene, per me è importante fare gol ma prima viene la squadra, incontrare la Lazio mi fa sempre piacere. L’esultanza era rivolta alla dirigenza della Lazio, perché si sono dette tante bugie su di me e mi hanno messo i tifosi contro, io li ho passato anni splendidi. Ora sono al Genoa e sono felice di stare qui in una piazza splendida”.

*

*

Top