Italia, Ventura riparte dai giocatori della Lazio: “Ma non mi aspettavo queste critiche”

ventura

Servirà un’Italia mondiale. Bisogna vincere, battere la Svezia a San Siro, per andare in Russia. Gli Azzurri domani si giocano il tutto per tutto. O si vince o si perde. Non ci sono vie di mezzo. Il commissario tecnico dell’Italia Ventura ripartirà dai giocatori della Lazio. In conferenza ha confermato che cambierà la formazione, partendo però dal centrocampista della Lazio Parolo e da bomber Immobile: “Qualcosa cambierà, sono passate solo 48 ore. Sapevamo da tempo che nel nostro girone, essendoci la Spagna, avremmo potuto finire ai playoff. Non ci può sorprendere per essere arrivati a questo punto. Sinceramente non capisco: ci si sorprende del fatto che adesso siamo qui a giocarci questo spareggio, ma questo scenario era chiaro sin dall’inizio. Adesso siamo qui, se perderemo si faranno determinate considerazioni, se vinceremo se ne faranno altre. Domani servirà tutto: tattica, cuore e determinazione. Le critiche? Mi avevano già spiegato che in Italia funziona così, ma non mi aspettavo tutto questo. Se uno fa l’allenatore, però, deve decidere di testa sua. Nell’ultima conferenza stampa metà sala sponsorizzava dei calciatori, l’altra metà parlava di altri”.

Svezia-Italia 1-0, la reazione di un tifoso della Lazio

In conferenza stampa ha parlato anche Buffon: “Sicuramente è un momento molto alto di tensione, è inevitabile vista la posta in palio e visto il senso di responsabilità che ognuno di noi deve avere. È inutile negarlo, c’è la positività e la possibilità di ribaltare il risultato e noi culliamo questo sogno, avendo ben presente che è una partita importante per noi, per la Nazione e per la storia della nostra Nazionale. Noi giocatori viviamo questa gara in modo sereno, ma ognuno di noi la vive nel suo modo personale. Per quanto mi riguarda da venerdì sono in tensione, ho la giusta attenzione per questa partita. Agli italiani non vogliamo dare messaggi a parole, ma sul campo. Certo li invitiamo a sostenerci, ma ora da parte nostra è arrivata l’ora dei fatti. La Svezia gioca in modo consolidato da molti anni, il loro atteggiamento cambierà poco. Dipenderà molto da come noi scenderemo in campo”.

Related posts

*

*

Top