Inzaghi: “E’ vero, ho parlato con Zarate. Domani gara concentrata, daremo il massimo”

Inzaghi conferenza stampa

Simone Inzaghi risponde alle domane dei cronisti presenti durante la conferenza stampa, per la presentazione di Sassuolo-Lazio:

In questo momento della stagione, come si gestisce il gruppo?
«
Giocando tanto si è spesso lontano da casa, quindi le ultime partite ho preferito mandare i ragazzi con le proprie famiglie per ritrovarci la mattina. La stanchezza mentale ce l’ha solo chi non ha obiettivi, noi di obiettivi ne abbiamo».

Cambierai qualcosa a Reggio Emilia?
«
Ho in testa qualcosa, l’allenamento è stato buono e i ragazzi hanno recuperato. Ho dei dubbi, ma sicuro partiranno dal primo Radu e Milinkovic: gli altri stanno bene. Ora pensiamo solo al Sassuolo, non penso a mercoledì».

31 partite, 31 gol. ti aspettavi un Immobile così?
«Sta facendo cose straordinarie: è nella top 10 dei bomber laziali in solo un anno e emzzo. E’ perfettamente calato nell’ambiente è un leader».

Immobile e Felipe Anderson come stanno?
«Hanno lavorato tutti bene, anche Luis ALberto e Caicedo. Tra oggi e domani farò tutte le valtazioni del caso».

Dinamo Kiev?
«Probabilmente sulla carta ce ne erano di più forti, ma sono organizzati possono essere primi in classifica insieme alla Shaktar, è un ottavo di finale e tutte le squadre sono comptitive. Ma ci penseremo, ora testa al Sassuolo: che è squadra organizzata, con ottime individualità e un allenatore che sa fare bene. Dovremo esser bravi e dare il massimo».

State lavorando sulla difesa?
«E’ normale che ci stiamo lavorando, prendiamo gol ma ne anche facciamo tanti. I miei difensori, sono tutti di ottimo livello, qualche rete potevamo evitarla ovviamente».

Sul campionato…
«Abbiamo tre competizioni ma il campionato è importantissimo per noi. Poi mercoledì avremo una finale col Milan e vogliamo andare avanti in Coppa Italia. In Europa siamo agli ottavi di finale e faremo di tutto per arrivare in fondo».

Felipe Anderson in futuro?
«Ha fatto una gara ottima, gli ho fatto i complimenti così come li ho fatti a tutti i ragazzi. Specialmente a quelli davanti, insieme a Immobile e Luis Alberto hanno permesso di sistemare la pratica».

Zarate lo ha sentito davvero?
«Sì, ci sentiamo per messaggi e per telefono. Sono stato a Londra, ci siamo trovati e abbiamo parlato dei nostri tempi. Lui quando parla di Roma e della Lazio si illuminano gli occhi: è un grande giocatore, ha fatto la sua strada. Quando sta bene può fare la differenza…»

*

*

Top