Calcio femminile. Sconfitta per la Primavera in casa della Res Roma

IMG_5992

di Stefano Boccia

Come da accordi presi in settimana tra le due società, nel derby che ha visto di fronte la Res Roma e la S.S. Lazio Calcio Femminile 1969 sono scese in campo le due formazioni Primavera.

La Res Roma è una compagine collaudata che ha vinto il titolo di campione d’Italia di categoria per ben tre anni consecutivi, mentre per le nostre ragazze questa è la prima stagione in cui giocano insieme. Nonostante questo nelle gare che hanno fin qui affrontato, seppur si sia trattato solo di amichevoli, il lavoro svolto da Paolo Lepori è stato evidente, infatti, le nostre giovani calciatrici si sono dimostrate sempre competitive.

Oggi, forse intimorite dal fatto di giocare la prima partita ufficiale della stagione sostituendo la prima squadra, per di più in trasferta, contro una grande squadra le ha fatte partire contratte. Il loro gioco veloce ed aggressivo, il loro coraggio nell’interpretare la partita, a tratti, è venuto meno. Infatti i primi quarantacinque minuti di gioco hanno visto le ragazze avversarie prevalere per 5-0.

Le cose sono andate meglio nella ripresa, le biancocelesti non hanno più patito la responsabilità di sostituire la prima squadra e hanno giocato meglio, con grinta e determinazione. Si è rivisto il loro gioco veloce e sono tornate ad essere la bella squadra che avevamo ammirato in altre occasioni.
La partita si è conclusa infatti con la vittoria della formazione di casa per 6-1.

La rete biancoceleste che è stata realizzata da Ramona Refi, una calciatrice di sicuro avvenire di cui sentiremo parlare negli anni a venire, è stata un gioiello che merita di essere raccontato: Ramona, su una ripartenza delle sue compagne, ha ricevuto palla poco dopo la linea del centrocampo, ha portato avanti la palla fino al limite dell’area avversaria, di destro ha saltato un difensore della Res, si è portata la palla sul sinistro e ha fatto partire un tiro millimetrico che si è insaccato sotto l’incrocio dei pali. Applausi a scena aperta sulle gradinate. Un grandissimo gesto tecnico, nel bagaglio solo di chi ha la stoffa del campione.

Una sconfitta che servirà alle ragazze biancocelesti per fare esperienza e per correggere qualche errore, anche se nella ripresa hanno già dimostrato di essere all’altezza di avversarie così importanti.

A fine partita il Presidente Elisabetta Cortani ha così commentato la prestazione delle sue giovani aquilotte: “Sono orgogliosa di questo gruppo che ha tenuto testa alla squadra campione d’Italia. I margini di miglioramento sono evidenti, per un gruppo di calciatrici che stanno giocando insieme da così poco tempo”.

Fonte: LaLazioalFemminile

*

*

Top