Calcio femminile. Amarezza dopo una grande stagione

IMG_5246

di Stefano Boccia

La SS Lazio Calcio Femminile ha ceduto 2-1 nel match, contro il Real Colombo, valevole per i playoff promozione. Gara fondamentale per completare in bellezza la straordinaria stagione delle ragazze della Presidente Cortani. Purtroppo i sogni delle biancocelesti si sono infranti, di nuovo, contro il Real Colombo vera bestia nera per le capitoline.

Il match è iniziato nel migliore dei modi con il gol della bomber Rebecca Grassi autrice del 1-0. Poi l’episodio che ha cambiato la partita la storia la stagione, in uno scontro in area tra il portiere biancoceleste Francesca Guidobaldi ed una calciatrice del Real Colombo, l’arbitro è diventato protagonista dando due gialli in trenta secondi all’estremo laziale e concedendo un rigore al quanto discutibile. Le ragazze sono rimaste in dieci, su l’1-1, con quasi sessanta minuti ancora da giocare.

Al 90° è arrivata la maledetta rete del 1-2. Con il capitano della Lazio a terra, e senza che le avversarie buttassero fuori il pallone, è tornato di nuovo in cattedra l’arbitro che ha lasciato correre condizionando di fatto il match e permettendo alle avversarie di ralizzare la rete della vittoria sfruttando una doppia superiorità numerica.

Le dichiarazioni a fine gara della Presidente Elisabetta Cortani:

“Ci sono sogni solo rimandati, da oggi contiamo i giorni, le ore, i minuti fino ad aspettare quel fischio d’inizio. Le ragazze saranno sempre quella sporca dozzina da battere al 90° minuto. Leoni come quelli di oggi e che fino alla fine hanno onorato la maglia senza mai tirarsi indietro. Fiera di voi dalla più piccola alla più grande perché con voi ho cominciato il sogno più bello. Siete la Lazio e ogni Lazio è nata per soffrire solo vincere sarà il sogno più bello. Grazie ragazze uniche immense e insostituibili”.

 

*

*

Top