Calcio a 5. Il portiere Laion trascina la Lazio alla vittoria

IMG_6007

di Stefano Boccia

I biancocelesti danno seguito al bel pari con il Pescara, battendo il Cisternino al termine di una partita di mortale intensità. La Lazio dimostra di saper soffrire, ma di riuscire a punire gli errori – pochi – della squadra di Basile che ha l’unico demerito di non concretizzare. Finisce 3-1 con un’altra doppietta di Laion.

Il match. Quattro. Quattro sono i punti nelle ultime due partite ottenuti dalla Lazio. Quattro è la somma delle reti realizzate in questa partita. Quattro sono anche le marcature stagionali di Laion. Due le doppiette del portiere brasiliano: due per due fa quattro, sinonimo di sei punti. Già, perché nelle due vittorie laziali di questa stagione, a Milano la prima, col Cisternino quest’oggi, c’è lo zampino chiaro e limpido di un fenomeno: Laion Sacoman De Freitas. Il portiere laziale, arrivato a 65 centri in carriera in Serie A, realizza due reti che piegano la resistenza di un Cisternino venuto a Roma con un seguito impressionante di tifosi, ma che torna in Puglia senza punti. Impossibile, o quasi fare la cronaca di una partita che ha visto una quantità di palle gol fuori misura ed emozioni che non sono mancate dall’inizio alla fine. Il merito laziale, oltre ad avere Laion fra i pali, è stato quello di accettare il superiore tasso tecnico avversario e di far partita di lotta, su ogni pallone, su ogni possesso, su ogni centimetro, come la filosofia di Angelini vuole. Ne è nato un successo di importanza capitale in ottica salvezza.

A sbloccare l’incontro sono proprio gli ospiti, spinti da un mancino poderoso di De Matos, ma è un guizzo di un Gedson sempre più leader tecnico della Lazio ad impattare l’incontro. Neanche un minuto dopo la sassata di Laion che va a togliere le ragnatele dall’incrocio di Micoli vale il vantaggio laziale. Nella ripresa sembra di assistere ad un match di boxe, non tanto per la fisicità messa in campo, quanto per la quantità di colpi che si rifilano le due squadre. Alla fine, la Lazio incassa, incassa, incassa, sembra alle corde, ma rifila con l’ultimo stillo di energia il montante vincente: Laion manda al tappeto il Cisternino e la Lazio sale a 7 punti in classifica: mercoledì ad Eboli un’altra tappa di questa incredibile Serie A.

LAZIO-CISTERNINO: 3-1 (2-1 pt)

LAZIO: Laion, Liistro, Gattarelli, Pichi, Gastaldo, Fortini, Gedson, D. Chilelli, Pelezinho, T. Chilelli, Bizjak, Biscossi. All. Angelini

CISTERNINO: Caramia, Punzi, De Matos, Bruno, Josiko, Paulinho, Fabinho, De Simone, Papapietro, Pina, Micoli, Edu. All. Basile

RETI: 10’38” pt De Matos (C), 15’53” Gedson, 16’20” e 19’38” st Laion (L)
AMMONITI: Pelezinho (L), Gattarelli (L), Fabinho (C)
ARBITRI: Davì (Bologna), Alessi (Taurianova)
CRONO: Carradori (Roma 1)

Fonte: S.S. Lazio Calcio a 5

*

*

Top