Calcio a 5 femminile. Nella 9ª di Serie A la Lazio cede 3-4 al Montesilvano

IMG_6029

di Stefano Boccia 

Battuta d’arresto per la Lazio che non riesce a sfatare il tabù della squadra abruzzese (mai vinto prima), cedendo di misura al PalaGEMS. Nel primo tempo rosso a Beita e tante polemiche legate ad una decisione arbitrale che non concede un tiro libero alla Lazio. Nella ripresa le abruzzesi compiono lo strappo decisivo, riuscendo a fare la differenza.

Primo tempo. Partita da clima playoff al PalaGEMS, con Lazio e Montesilvano che disputano match di grandissima intensità, primo importante snodo di questo inizio di stagione. Dopo una prima fase di studio la partita si accende all’improvviso su una serie di contatti in mezzo al campo. Ne nasce un rosso a Beita per una somma di ammonizioni nel giro di pochissimi istanti (prima doppio giallo con
Ortega, poi fallo sulla spagnola immediatamente dopo). In inferiorità numerica la Lazio tiene ma subisce il gol di Bruna che vale l’1-0. Durante il 3vs4 le capitoline riescono però a salire al quinto fallo, sfruttando una spinta di D’Incecco su Barca. Nella prosecuzione dell’incontro, altro fallo del Montesilvano e Lazio che si appresta a battere il tiro libero: così però non è, gli arbitri segnano nuovamente il quinto fallo, negando la battuta dal dischetto dei 10 metri e facendo nascere un parapiglia di proteste, dal quale nasce l’allontanamento di Moriconi, vice di Chilelli. Nei minuti successivi, il tiro libero viene assegnato al Montesilvano – e giù con le proteste – ma Silvetti spara malamente a lato.

Secondo tempo. Nella ripresa la Lazio prova a reagire d’orgoglio ed infatti al quinto arriva il pari siglato da Agnello. Il Montesilvano, però, ha una Bruna che sembra essersi definitivamente messa alle spalle l’operazione: grande giocata personale e nuovo vantaggio abruzzese. Le capitoline non si scompongono, continuano a giocare la loro partita, ma il gol di Sergi sugli sviluppi di corner, cambia l’inerzia della partita all’undicesimo (decisiva la deviazione di Lucileia alle spalle di Tirelli). Chilelli risponde immediatamente col portiere di movimento e Soldevilla premia la scelta insaccando il 2-3. Ma ogni volta che la Lazio prova a tornare sotto il Montesilvano riallunga: Amparo strappa palla a Lucileia e beffa il cinque contro quattro della Lazio siglando il nuovo +2. Il merito biancoceleste è quello di crederci fino alla fine: Lucileia regala il 3-4 che dà speranza ad un finale di match che si fa intenso. Nonostante l’esordio stagionale di Rebe (buttata nella mischia da Chilelli, alla prima dal rientro dell’operazione crociato) il punteggio non cambia più, con il tabù Montesilvano che resta tale. Domenica l’insidiosa trasferta in casa del Salinis.

LAZIO-MONTESILVANO: 3-4 (0-1 pt)

LAZIO: Tirelli, Soldevilla, D’Ambrosio, Alvino, Barca, Beita, Sabatino, Agnello, Lucileia, Xhaxho, Rebe, Luzi. All. Chilelli

MONTESILVANO: Ana Carolina, D’Incecco, Silvetti, Amparo, Papponetti, Sergi, Bruna Borges, Nobilio, Ortega, Guidotti, Nicoletti, Ghanfili. All. Marzuoli

RETI: 15’38” pt Borges (M), 5’09” st Agnello (L), 7’50” Borges (M), 10’45” aut. Lucileia (M), 12’28” Soldevilla (L), 14’56” Amparo (M), 17’51” Lucileia (L)
AMMONITI: Borges (M), Beita (L), Ortega (M), Sergi (M)
ESPULSI: 14’03 pt Beita (L)
ARBITRI: Fabio Loni (Cagliari), Leonardo Spano (Olbia)
CRONO: Roberto Galasso (Aprilia)

Fonte: S.S. Lazio Calcio a 5

*

*

Top