Calcio 5 maschile. Cuore e grinta nella vittoria in trasferta sul Cisternino per 3-6

IMG_6282

di Stefano Boccia 

I biancocelesti espugnano il PalaWojtyla, facendosi forza anche contro le espulsioni di Scheleski e Tiziano Chilelli ed un palazzetto infuocato. I biancocelesti salgono a 13 punti, a -4 dal Cisternino.

Primo tempo. Gara delicata ed equilibrata nei primi 20′ di gioco. La Lazio parte forte sbloccando l’incontro dopo appena cinque minuti grazie alla marcatura di Gedson, perfettamente imbeccato da Daniele Chilelli. I romani sfiorano il raddoppio subito dopo, con un tiro di Tiziano Chilelli che va ad infrangersi sul palo alla sinistra di De Simone. Il Cisternino però non molla ed al decimo impatta con Bruno al termine di un’azione di grande sagacia e pazienza. Provano ad aumentare i giri del motore i pugliesi, trovando qualche falla nella fase difensiva laziale. Al diciassettesimo, però, torna avanti la squadra di Reali, col mancino di Daniele Chilelli direttamente da calcio di punizione. Il primo tempo sembra potersi chiudere così, ma a 63” dall’intervallo un guizzo di Leggiero manda al riposo le squadre sul 2-2.

Secondo tempo. Inizio di ripresa di grande sofferenza, ma a mettere la testa avanti è ancora la squadra di Reali con la rete di Iuri Scheleski bravo a farsi trovare sul secondo palo, pochi istanti dopo aver colpito la traversa con un missile. È il momento del break decisivo: subito dopo Gedson mette dentro il 2-4 con una volée strepitosa che vale il massimo vantaggio. C’è da sudare e lottare, perché la squadra di Basile si rifà sotto al già al quarto con Edu per il 3-4. Sono momenti di grande tensione, che va ad acuirsi a metà ripresa, con gli arbitri che salgono in cattedra, prima ammonendo per la seconda volta Scheleski inventando una simulazione che non c’è (anzi, sarebbe fallo di Sardella già ammonito nel primo tempo), poi nel parapiglia generale, espellendo direttamente anche Tiziano Chilelli dalla panchina. In inferiorità sale in cattedra Laion, con un paio di parate illegali, che tengono i biancocelesti avanti 3-4. È qui che gira emotivamente la sfida: al ritorno cinque contro cinque prima Laion contro il portiere di movimento – così come all’andata – poi Jorginho, chiudono la sfida sul definitivo 3-6. La Lazio vince e accorcia in classifica, salendo a 13 punti, a -4 dal Cisternino stesso.

CISTERNINO-LAZIO: 3-6 (2-2 pt)

CISTERNINO: Caramia, Punzi, Leggiero, Bruno, Josiko, Sardella, Fabinho, De Simone, Papapietro, Edu, Cardone, Sicilia. All. Basile

LAZIO: Laion, Liistro, Gastaldo, Gedson, D. Chilelli, Varela, Scheleski, Jorginho, T. Chilelli, Bizjak, Lupi, Biscossi. All. Reali

RETI: 5’07” pt Gedson (L), 10’15” Bruno (C), 17′ D. Chilelli (L), 18’53” Leggiero (C), 1’59” st Scheleski (L), 2’47” Gedson (L), 3’20” Edu (C), 18’07” Laion (L), 18’51” Jorginho (L)
AMMONITI: Scheleski (L), De Simone (C), Sardella (C), Bruno (C, Varela (L), Leggiero (C)
ESPULSI: 9’15” st Scheleski (L) per somma di ammonizioni, 9’15” T. Chilelli (L)

fonte: SS Lazio Calcio a 5

*

*

Top