20 aprile 1997. La goleada di Zoff e Protti fa una tripletta a Ballotta

Protti

Anche Dino Zoff fu capace di goleade, quando nel ’97 prese il posto di Zeman e portò la Lazio a centrare il quarto posto con piazzamento Uefa. C’è il 6-1 di oggi alla Reggiana, che navigava sì verso la serie B ma aveva in porta un futuro importante personaggio laziale: Marco Ballotta. Ma ci sono anche i futuri 4-1 su Perugia e Verona e un 3-2 sul Napoli che chiuderanno la stagione con successi determinanti all’Olimpico. Questa goleada sugli emiliani non ha storia: parte da un rigore sacrosanto procurato e realizzato da Signori, si muove attraverso una doppietta di Nedved (un gol di destro e uno di sinistro) il migliore in campo e una tripletta, udite udite, del redivivo Igor Protti, fin lì autore di una sola rete in biancoceleste. Anche lui segna in tutti i modi, perfino con un pallonetto su un Ballotta allora ancora giovane e frastornato. Rete reggiana di Simutenkov, cui Marchegiani para anche un rigore. Procurato da un braccio di Chamot che aveva le mani a protezione delle parti basse: l’arbitro Racalbuto gli sventolò addirittura il rosso facendogli saltare il derby della domenica successiva…

*

*

Top